Trascrizione

”Nel ’94 incontrai Giuseppe Graviano in un bar in Via Veneto, aveva un cappotto blu e atteggiamento gioioso, come se avesse vinto all’Enalotto o avesse appena avuto un figlio. Ci siamo seduti in fondo al bar sulla destra, ricordo un bancone a ferro di cavallo, e Graviano disse che avevamo chiuso tutto e ottenuto quello che cercavamo grazie alla serieta’ delle persone che avevano portato avanti questa storia e non come quelle quattro femmine, quei quattro ‘crasti’ di socialisti che avevano preso i voti nelle elezioni del 1988 e 1989 e poi ci avevano fatto la guerra. Mi vennero fatti i nomi di quei soggetti tra cui quello di Berlusconi. Io chiesi se era quello di Canale 5 e lui mi disse: si’. Mi aggiunse che c’era pure un altro nostro paesano, Dell’Utri.

Graviano disse che grazie alla serieta’ di queste persone ci avevano messo praticamente il paese nelle mani

Annunci