Un paese è civile quando la democrazia è realmente applicata e questo si manifesta quando tutti hanno voce in capitolo. In Danimarca le prostitute hanno un sindacato, il Sex Workers Interest Group (SIO) e la portavoce è Susanne Møller. Le prostitute in Danimarca di recente hanno subito un attacco politico e hanno deciso di reagire con fermezza, regalando prestazioni sessuali per difendersi dagli attacchi, l’articolo molto interessante e dettagliato è su giornalettismo.com – A Copenaghen la danno via gratis.

Alcuni dati relativi alla Danimarca:

  • un neolaureato al primo impiego guadagna QUATTROMILA euro al mese, ed è la paga BASE
  • se uno preferisce così, può lavorare anche di notte, invece che di giorno, o iniziare alle cinque del mattino per stare a pranzo con i figli
  • ci sono asili nido per TUTTI, e iniziano dai sei mesi di età del bambino
  • c’è il più alto tasso di occupazione femminile di tutta l’Europa, unito ad un altissimo tasso di natalità

Come mai in Italia le dinamiche sono sempre più simili ai paesi del terzo mondo? Che degrado… in Italia neanche 900 mila persone che scendono in piazza per dire no ad un capo del governo presunto mafioso riescono a far sentire la propria voce con fermezza, con i mass media che remano contro, compresa la tv di stato, che degrado!

Annunci