Unità d’Italia un corno!

Ho la residenza a Milano, ma mi sono trasferito a Roma per lavoro…

Quando mi ammalo a lavoro devo portare il certificato medico, anche per fare un po di palestra ho bisogno del certificato medico… quindi mi serve un medico a Roma. Bene, sono andato all’ASL di ROMA ed ho chiesto l’assegnazione di un medico.

Per poter richiedere un medico a Roma devo prima revocare il medico di Milano. Ho dato all’ASL di Roma la mia autorizzazione a procedere, ma l’ASL di Roma sostiene che non possono farlo perché tra ASL non comunicano, quindi o vado a Milano (come se fosse dietro casa, senza parlare dei costi aumentati di Tranitalia!) o mando qualcuno della mia famiglia (come se la mia famiglia dovesse essere per forza trasferitasi con me all’epoca!)!

Dopo le mie lamentele mi sento dire: “E se lei domani allora va in Sardegna e chiede un medico anche li?”

Risposta mia: “Non mi piace che mi si limitino i diritti basandosi su un’ipotesi di reato! Negarmi un diritto è una cosa spregevole, sarebbe opportuno che lei, facente parte dell’istituzione ASL, istituzione a cui io, libero cittadino mi sto rivolgendo, risolva i suoi problemi di comunicazione interna con la struttura stessa, senza costringere me a procedure troppo onerose per esercitare un mio diritto!

Ad oggi ancora non ho risolto, e ci ho perso già varie ore!

La strada che ora sto seguendo è:

Numero Centralino ASL di Milano: 02 85781

Selezionato 1 (Uffici selezione e revoca), x (Selezione del proprio numero distretto), 1 (per parlare con un operatore dell’ufficio di competenza).

Ho inviato un fax con i miei dati, la richiesta e un numero di fax a cui dopo poche ore mi è arrivato il documento di revoca rilasciato da un operatore. – OTTIMO! 🙂

Annunci