A te non ti spoglierebbe nessuno”Sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto
E’ già, perché una donna che non è bella, non vale niente.

Questo è il messaggio che vogliono far passare gli uomini (e le donne) di destra.

La donna-oggetto è oggi supervalutata, ricercata, costruita e modellata ad immagine e somiglianza di una bambola gonfiabile, priva di cervello e piena di curve, una bambola piena di aria che quando parla da solo fiato alla bocca. Una donna svuotata dei contenui umani, che non sia in grado di analizzare e criticare il mondo, la vita, ma soprattutto l’uomo. E gli uomini non sono tutti uguali, si stila una classifica di cool-agine e ci si mette in coda per arrivare sul podio. Sul podio di questo scempio, oggi siede “l’imperatore” Berlusconi, esempio negativo di persona, negativo da qualsiasi punto di vista. Un vecchio ed infelice uomo povero, desideroso di una carezza d’amore che sia sincera, che però ne oggi ne mai più riceverà dato che è circondato eslusivamente da persone motivati da interessi materiali.

La frase è stata rivolta a telecamere spente – come confermano i presenti – dal sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto alla giornalista Antonella Rampino durante un dibattito sulla crisi e il G20. Questo ciò che si erano detti poco prima dell’interruzione pubblicitaria. Tra gli ospiti, anche il giornalista del Foglio Lanfranco Pace che, durante una seconda pausa pubblicitaria, insulta anche lui la Rampino dandole della stupida. A quel punto, non sentendosi più in grado di contiinuare, la giornalista decide di lasciare la trasmissione.

La TV oggi è un po come il colosseo, un’arena dove vengono invitati animali a dare spettacolo. Quando un uomo o una donna d’intelletto percepisce questo, fa bene ad andar altrove a seminare le proprie idee.

Il video: video.repubblica.it/copertina/a-te-non-ti-spoglierebbe-nessuno-omnibus-prima-dell-insulto

Annunci