Si continua a parlare di attacchi finanziari.

Ad esempio leggo:

“L’impegno tedesco si limiterà a versare la propria quota nel fondo salvastati la cui dotazione, per bocca degli stessi tedeschi, è  insufficiente a sostenere un attacco nei confronti dei Btp”.

Quando c’è una violenza, un attacco o una guerra, c’è l’attaccante, la vittima e un’ interesse.

Quindi proviamo ora a rispondere a queste domande riguardo a questa crisi finanziaria:

  1. Chi attacca?
  2. Chi è la vittima?
  3. L’attaccante cosa vuole ottenere?

Poi dobbiamo trovare una strategia di difesa per poter salvaguardare la vittima e dunque fare giustizia.

Una semplice nozione di guerra dice che la miglior difesa è l’attacco, quindi chiediamoci:

  • Come possiamo attaccare noi, in qualità di Stati, i mercati finanziari?

Per cominciare ad affrontare questi problemi, dando delle risposte ai problemi di questa crisi, iniziamo dalla parola magigormente usata fin ora: la finanza!

La finanza è “quella scienza che studia le modalità di allocazione del denaro tra usi alternativi, al fine di massimizzare la propria soddisfazione” – Wikipedia

A questo punto dobbiamo porci ancora altre domande:

  • Di chi è il denaro?
  • Chi decide dove e come allocarlo?
  • Chi deve essere soddisfatto?

Queste ultime domande sono semplici e possiamo iniziare da qui:

  • Il denaro è dei cittadini
  • I cittadini decidono come allocarlo (tramite i loro rappresentanti)
  • I cittadini devono essere soddisfatti

Ora che abbiamo le prime risposte, possiamo basarci su queste per rispondere anche alle domande precedenti, quindi:

  • Gli attacchi provengono da alcuni cittadini
  • Le vittime sono gli altri cittadini
  • L’attaccante vuole ottenere il denaro delle vittime

Arriviamo ora a rispondere all’ultima domanda, quella relativa alla strategia di difesa.

Di sicuro i citadini, che hanno deciso di darsi delle regole e di rispondere a queste per poter garantire la giustizia, non possono attaccare altre cittadini!

La reazione che propongo io quindi è la stessa che si attua contro gli attacchi dei mafiosi: confisca dei beni e poi la galera!

Annunci