I Ministri del governo Monti hanno tutti un piede o in banca o in chiesa!

Un Governo non votato dal popolo italiano, composto da persone filo-americane, cioè dai capitalisti responsabili della crisi pseudo-globale, e in parte composto da esponenti molto vicini alla Chiesa Cattolica di Roma, famosa per non farsi gli affari suoi e metter sempre becco in questioni civili e non dogmatiche!

Francesco Profumo – Istruzione: Consiglio di amministrazione di Unicredit Private Bank,  Reply, Fidia S.p.A., il 12 aprile 2011 e’ stato nominato membro del Consiglio di amministrazione di Telecom Italia. Ha iniziato la carriera nel 1978 nella Ricerca e Sviluppo in Ansaldo a Genova. Il suo rettorato e’ stato caratterizzato da una forte spinta verso la collaborazione con grandi aziende internazionali (da Microsoft a Motorola).

Fornero – Welfare: Fornero ha lavorato per la Banca Mondiale, di cui e’ stata consulente in Russia, Lettonia, Macedonia e Albania. E’ vice presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo.

Lorenzo Ornaghi – Beni Culturali: Nel 2002 ha curato la raccolta ‘Globalizzazione, nuove ricchezze e nuove poverta” edito da Vita e Pensiero. Si e’ dedicato allo studio dell’integrazione politico-istituzionale dell’Europa e al tema della Costituzione europea, argomenti a cui lo stesso premier Monti e’ molto sensibile.  Dal 1998 Ornaghi e’ membro del Consiglio di Amministrazione di Avvenire, di cui e’ VicePresidente.

Renato Balduzzi – Salute: Giurista, esperto di diritto costituzionale, promotore di movimenti e riviste di area cattolico-sociale. Docente ordinario nella facolta’ di Giurisprudenza dell’universita’ Cattolica di Milano. Dal 2002 al 2009 e’ stato presidente nazionale del Movimento ecclesiale di impegno culturale (MEIC, gia’ Movimento Laureati di Azione Cattolica). E’ direttore, dal 2003, del bimestrale culturale “Coscienza”, che si schiero’ a favore dell’astensione, come buona parte dei movimenti cattolici, in occasione del referendum del 2005 contro la legge 40 sulla fecondazione assistita.

Giulio Terzi – Esteri: Attualmente ambasciatore a Washington, e’ stato anche ambasciatore in Israele. In Israele servi’ come ambasciatore durante i difficili anni della Seconda Intifada, occupandosi del rafforzamento delle relazioni tra lo Stato ebraico e l’Unione europea. Ha lavorato a Roma, presso la direzione generale degli Affari Economici.

Antonio Catricala’ – Antitrust: Presidente dell’Autorita’ garante del mercato e della concorrenza. Dal 2006 e’ Presidente di sezione del Consiglio di Stato. E’ stato segretario generale dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni, e segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Andrea Riccardi – Cooperazione: Fondatore e leader della Comunita’ di Sant’Egidio, l'”Onu di Trastevere” protagonista negli ultimi trent’anni di incontri per il dialogo e la pace all’insegna dell’ecumenismo, Andrea Riccardi e’ considerato uno dei piu’ autorevoli nel panorama religioso internazionale. Autore di numerosi saggi tra cui l’ultimo, di grande successo, la biografia di Giovanni Paolo II. Di recente si e’ parlato molto di lui per una possibile “discesa in campo” in politica: e’ stato tra i protagonisti del convegno dei cattolici di Todi, in cui aveva elencato le sfide che ci attendono: “la difesa della vita, la riscoperta del lavoro e del sacrificio, la solidarieta’ tra le generazioni”.

Enzo Moavero – Affari Europei: Per nove anni braccio destro di Mario Monti a Bruxelles, Enzo Moavero Milanesi e’ un ‘super tecnico’ in affari giuridici che ha iniziato la sua carriera nella Ue quando era ancora Ce. A 29 anni entra come funzionario della Direzione generale della Concorrenza della Commissione dell’allora Ce. Consigliere dei governi Amato e Ciampi tra 1992 e 1994, e’ il capo del Segretariato per gli Affari Europei nell’ambito del Segretariato generale della Presidenza del Consiglio, dove si occupa anche di coordinamento della politica economica italiana con la politica comunitaria.

Piero Giarda – Rapporti col Parlamento: e’ un profondo conoscitore della macchina parlamentare e un esperto di spesa. Laureato in Economia e Commercio alla Cattolica, ha studiato nelle Universita’ di Princeton e Harvard nella seconda meta’ degli anni 60, e’ stato docente di Scienze delle Finanze e diritto finanziario. Ha insegnato alla Cattolica Scienza delle Finanze. E’ attualmente responsabile del Laboratorio di analisi Monetaria della Cattolica, componente del comitato direttivo della scuola per il dottorato in Economia e finanza delle amministrazioni pubbliche. Ha svolto attivita’ di consulenza alla Presidenza del consiglio e al ministero delle Finanze. E’ stato presidente della Commissione tecnica per la spesa pubblica al ministero dell’Economia, sottosegretario di stato, sempre al Tesoro. A lui l’ex ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, ha affidato il coordinamento di uno dei tavoli del cantiere sulla riforma fiscale.

Piero Gnudi – Turismo: ex presidente di Enel. Laureato in economia e commercio. Fu nominato nominato consigliere economico del Ministro dell’Industria. Ha fatto parte del consiglio di amministrazione dell’Iri, ricoprendovi l’incarico di sovrintendere alle privatizzazioni, presidente ed amministratore delegato e presidente del comitato dei liquidatori. Membro del direttivo di Confindustria, della giunta direttiva di Assonime, del comitato esecutivo dell’Aspen Institute, consigliere di amministrazione di Unicredit. E’ stato infine Presidente di Rai Holding, Presidente Locat, Presidente Astaldi, membro del Consiglio di Amministrazione o Sindaco di Eni, Enichem, Stet, Merloni, Ferre’, Beghelli, Irce.

Mario Catania – Agricoltura: Appena ventiseienne entra nel Palazzo dell’Agricoltura a far parte della Direzione del personale e qui approda nel 1987 in quella che allora si chiamava la Direzione della tutela economica dei prodotto agricoli. Dopo un anno vince il concorso per dirigente a soli 36 anni, un indiscutibile primato vista la giovane eta’. Dirige vari settori tra cui quello del latte e della qualita’ dei prodotti.

Paola Severino – Ministro della Giustizia: Consulente di banche, vice Rettore della Luiss.

Giampaolo Di Paola – Difesa: un militare…

Corrado Clini – Ambiente: attuale direttore generale del dicastero e medico chirurgo specializzato in Medicina del Lavoro. Clini e’ alla dirigenza del Ministero dal 1990 e oltre agli incarichi istituzionali sino ad oggi ricoperti, ha collaborato con diverse universita’ italiane, l’Agenzia europea dell’Ambiente e l’Onu.

I profili completi qui: affaritaliani.libero.it/politica/ministri-profilo

Annunci